Aprire un negozio di giocattoli e giochi in franchising e non

Un'attività che a realizzarla sarebbe il sogno di molti adulti appassionati. Ma è pur sempre un'attività commerciale che richiede passione sì, ma anche programmazione e una discreta somma da investire. Se state leggendo questo articolo avrete già un'idea della tipologia di negozio e di giocattoli che intendete vendere; passerei dunque a vedere le fasi operative di attuazione di questo business.

Puoi scegliere tra 1 marchi

Franchising bIOeBIMBO -

bIOeBIMBO

Franchising Mamma e Bimbo

Inv minimo: € 49,900

Iter e requisiti per aprire un negozio di giocattoli

1 Individuare il locale, studiarne l'ubicazione dal punto di vista della popolazione e dell'affluenza (dati reperibili in comune). In base al locale e alla tipologia di prodotto stendere un budget di spesa da investire nell'attività e calcolare i costi fissi che si avranno durante la gestione.

2 Individuare il fornitore o l'azienda franchising a cui affiliarsi per l'approvvigionamento prodotti.

3 Parte burocratica e fiscale: non vi sono particolari requisiti soggettivi per avviare un negozio di giocattoli, è sufficiente aprire partita IVA in forma individuale o societaria, iscriversi al registro delle imprese presso la camera di commercio, iscriversi all' INPS e all'INAL ed effettuare la comunicazione di avvio attività nel comune in cui operate (S.C.I.A.). Per tutte queste pratiche consiglio di affidarvi ad un buon commercialista.