Franchising Negozi Energie Rinnovabili, Ambiente ed Ecoveicoli elettrici

Presentiamo le migliori offerte per aprire un negozio nel settore delle energie rinnovabili, del fotovoltaico e del rispetto dell'ambiente.

Puoi scegliere tra 0 marchi

Al momento non ci sono franchisors in questa categoria

Leggi l'intervista fatta Sergio Bottini, affiliato Punto Fotovoltaico Franchising, punto vendita di Busto Arsizio

Quando diventare un imprenditore delle energie rinnovabili è una questione di pelle…

Sergio Bottini, titolare del negozio Punto Fotovoltaico di Busto Arsizio ha un passato come imprenditore nel settore dei locali notturni e da 3 anni si trova con soddisfazione a gestire uno degli oltre 50 punti vendita Punto Fotovoltaico, presenti su tutto il territorio nazionale, per fornire risposte a qualsiasi necessità in tema di risparmio energetico.

Punto Fotovoltaico opera a livello nazionale attraverso un modello di business unico nel settore: una rete di negozi gestiti direttamente da imprenditori locali capaci di diventare il punto di riferimento sul loro territorio per privati e piccole e medie aziende, così come per realtà commerciali e industriali alla ricerca di soluzioni per il risparmio energetico.

Abituato ad un lavoro autonomo e imprenditoriale, Sergio ha risposto in modo chiaro e sintetico alle nostre domande, raccontandoci la sua esperienza di franchisee.

Come è arrivato a conoscere il marchio Punto Fotovoltaico e quali sono i fattori che l’hanno portata a diventare un affiliato? Sinceramente il marchio Punto Fotovoltaico non lo conoscevo e tre anni fa non era un brand così importante come lo è ora. In verità i fattori che mi hanno spinto all'affiliazione sono la serietà, la professionalità ma soprattutto il feeling immediato creatosi tra me e i due fondatori di Punto Fotovoltaico: Alessia Narchialli e Tommaso Lascaro, professionisti con i quali sono entrato immediatamente in sintonia. Il settore specifico non è stato quindi determinante, anche se mi rendo conto che poteva rappresentare una seria opportunità soprattutto perché il mercato del fotovoltaico ha conosciuto negli scorsi anni un vero e proprio “boom”. Ma nel mio caso diciamo che è stata più che altro una questione di pelle…

Perché ha scelto di mettersi in proprio? In verità ho sempre lavorato come libero professionista, anche se in un settore completamente diverso: ero diciamo “uomo della notte” mentre ora mi sono trasformato, con orgoglio, in “uomo del sole”!

Ha aperto più di un punto vendita? Ne ho aperto uno solo, ma ora l'idea di aprirne un secondo non mi dispiacerebbe. La mia scelta è stata premiata e non escludo di raddoppiare.

Quali motivi l'hanno spinta ad avviare questa attività in franchising? E perché proprio nel settore del Fotovoltaico? Ripeto l'unico motivo per avviare questa attività è stato quello di aver incontrato professionisti affidabili e qualificati, il settore non è stato determinante.

Come ha provveduto a finanziare l'operazione? Con capitale proprio.

Gestisce l’attività in via principale o la mantiene come attività secondaria? La gestione del punto vendita di Busto Arsizio mi riempie l’intera giornata.

Che giudizio dà all'assistenza ricevuta dalla casa madre? Giudizio assolutamente positivo. La casa madre di Biella dà un supporto tecnico e commerciale costante, fornisce, a prezzi competitivi, i migliori prodotti sul mercato, ci dà un software gestionale e tutti gli strumenti di comunicazione. Non solo, ci supporta e ci guida ogni volta in cui una decisione importante deve essere presa. Senza dimenticare la componente di team building: i periodici meeting nazionali sono senz’altro occasione unica per condividere esperienze e best practice, ma anche un momento di relax. Vi dico solo che si concludono il più delle volte con una bella partita a calcio con il nostro Presidente… per non tralasciare neanche l’importanza e il valore del gioco di squadra!

Qual’ è stato l’iter burocratico che ha seguito per iniziare l’attività? Il primo passo e stato quello di conoscere più da vicino il business e il suo mercato di riferimento. Sono infatti diversi i corsi di formazione che ho seguito prima di entrare ufficialmente a far parte del network (ma anche tanti quelli ai quali ho preso parte successivamente per acquisire tutte le competenze necessarie a offrire un servizio serio e professionale erogato da personale qualificato e costantemente aggiornato su prodotti e nuove normative in vigore o in fase di definizione).
Il secondo step ha previsto invece l’individuazione di una sede adatta che si posizionasse vicino a un centro abitato e che avesse le caratteristiche interne necessarie all’ottimale svolgimento dell’attività. La mia scelta è caduta su Busto Arsizio, Comune non distante dal mio di residenza.
Infine, il passo dell'investimento e in breve tutti i tasselli dell’iter si sono incastrati perfettamente.

Il Franchisor l’ha supportata in questo? Si, l’azienda si è dimostrata di grande supporto ed aiuto anche in questa fase delicata.

Chi pensa alla promozione della sua attività/punto vendita? Ogni negozio/imprenditore ha una certa autonomia nel definire e realizzare attività di marketing e comunicazione sul proprio territorio, naturalmente rimanendo all’interno delle linee guida che la sede centrale ci comunica. Poi a livello nazionale si affianca un’attività di supporto che genera un circolo virtuoso in termini di visibilità e brand reputation.

La casa madre le fornisce aiuto a riguardo? A livello di attività di promozione locale, gli investimenti vengono fatti dall'affiliato con il supporto professionale della sede centrale, a livello nazionale è invece la casa madre che si occupa di tutto.

Può darci un giudizio generale e complessivo sull’andamento della sua attività? L'andamento della mia attività è sicuramente positivo, in 3 anni circa sono stati raggiunti ottimi obiettivi, per lo meno io reputo che sia così, ma forse sarebbe meglio chiedere alla sede centrale se sono contenti del lavoro svolto!

Con questa ultima e ironica risposta, Sergio ha completato il nostro questionario. Abbiamo incontrato davvero un professionista disponibile, positivo ed entusiasta della sua nuova avventura professionale.